Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Lettere al Direttore

METE PREDILETTE

Pronti per le ferie ma non esiste soltanto il mare


Lettere al direttore
11 lug 2018, 14:00

L’estate è la stagione nella quale la maggior parte delle persone, chi naturalmente se lo può permettere, va in vacanza anche se da molti anni con le «vacanze intelligenti» molti scelgono altri periodi per riposarsi. Comunque il periodo forte rimane l’estate, le scuole sono chiuse come sono chiuse in agosto le maggiori aziende e quindi, come logico, maggiore è il numero delle persone dedite al «meritato riposo». Televisioni, radio, giornali e social già da parecchie settimane in vario modo si stanno interessando alle vacanze degli italiani con servizi, articoli ed ammiccanti pubblicità. Ma da quello che vedo, leggo e sento sembra che in Italia esista solo... il mare. Tra prove costume e primi bagni il mare domina su tutti i mezzi di informazione, onestamente devo dare atto che gli operatori turistici «marini» hanno fatto un lodevole lavoro di promozione delle loro località balneari e giustamente molti turisti, per vari motivi, scelgono le mete costiere. Ma non dobbiamo dimenticare che in Italia ci sono tra Alpi e Dolomiti le più belle montagne d’Europa. Montagne che, a differenza del mare dove i «panorami» sono tutti uguali, offrono a ogni curva di strada o sentiero una visuale diversa, zone dove si possono vivere tra boschi e rifugi a contatto con la natura, esperienze molto intense e godere di momenti di pace e tranquillità così rari durante il resto dell’anno e che difficilmente le località marine possono offrire. Anche nelle località montane gli operatori turistici hanno fatto un’eccellente lavoro proponendo iniziative atte ad offrire un vasto programma di attrazioni. Da vari anni vengono proposti momenti culturali di alto livello da letture, a concerti in quota con artisti di fama mondiale, è stato incentivato il turismo «ciclabile» con percorsi favolosi, malghe e rifugi offrono buon cibo, ottimi vini e tanta cordialità. A questi aspetti delle vacanze montane le televisioni dedicano brevi servizi, concentrati di solito durante la settimana di ferragosto. Concludendo penso che tutta la pubblicità che viene proposta per promuovere la nostra bella Italia ben venga, essendo il turismo molto importante per la ricchezza del nostro Paese e va sfruttato al massimo. Credo però che sia giusto valorizzare con tutti i mezzi possibili anche località montane dove molte persone lavorano investendo energie e capitali per rendere ancora più belli ed accoglienti luoghi che sono già molto affascinanti in natura anche perché l’estate... non è solo mare.

// Sandro Sandrini

Articoli in Lettere al direttore

Lista articoli