Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Italia ed Estero

POLITICA

Crisi di governo, senatori convocati per stabilire il calendario


Italia ed Estero
12 ago 2019, 18:16
Un momento della riunione dei capigruppo del Senato - Foto Ansa/Giuseppe Lami © www.giornaledibrescia.it

Un momento della riunione dei capigruppo del Senato - Foto Ansa/Giuseppe Lami © www.giornaledibrescia.it

L'Aula del Senato è convocata domani alle 18 per stabilire il calendario dei lavori. Lo ha stabilito la presidente Elisabetta Casellati, nel corso della conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama. 

Le comunicazioni del premier Giuseppe Conte dovrebbero essere il 20 agosto in Aula.

«La nostra mozione propone di votare la mozione di sfiducia il 14 agosto. La mozione di M5S, Pd e Leu invece chiede che Conte svolga delle comunicazioni in Aula il 19, 20 o 21 agosto». Lo ha detto la capogruppo di Forza Italia, Anna Maria Bernini, parlando dopo la conferenza dei capigruppo.

Secondo calcoli circolati nelle scorse ore, durante la votazione di domani potrebbero essere presenti 102 senatori M5s su 107, 45 del Pd su 51 e 12 senatori del Misto: in totale 159 parlamentari, contro i 136 voti potenziali di Lega, Fi e Fdi. 

Questa dunque la situazione in aula, al netto di chi non riesce a rientrare dalle vacanze. Il nuovo asse di M5s, Dem, Leu più altri del Misto, potrebbe approvare il suo calendario e programmare l'informativa di Conte non prima della prossima settimana. Nel pomeriggio, il vicepremier e capo politico dei Cinque Stelle, Luigi Di Maio, ha detto che sui tempi per il ritorno alle urne ogni decisione spetta al presidente Mattarella, dimostrando di non avere fretta di andare al voto, al contrario dell'ormai ex alleato Matteo Salvini. 

 

 

Articoli in Italia ed Estero

Lista articoli