Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Amministrative 2022

IL PUNTO

Elezioni, 11 Comuni bresciani al voto: ultimo giorno per le liste dei sindaci


Elezioni
Amministrative 2022
14 mag 2022, 06:00
Si torna alle urne per le Amministrative il prossimo 12 giugno - Foto Marco Ortogni/Neg © www.giornaledibrescia.it

Si torna alle urne per le Amministrative il prossimo 12 giugno - Foto Marco Ortogni/Neg © www.giornaledibrescia.it

Su il sipario delle elezioni amministrative. Il 12 giugno 75mila bresciani saranno chiamati ad eleggere sindaci e consiglieri di 11 Comuni. Ieri si è consumato il primo atto ufficiale con la presentazione di liste e candidati. C’è tempo anche stamattina (sull’edizione di domani pubblicheremo tutte le liste). Le principali contese sono a Desenzano, Palazzolo, Darfo Boario e Gussago, tutti oltre i 15mila abitanti e dunque con la possibilità del ballottaggio il 26 giugno. In realtà, Palazzolo non avrà bisogno del secondo turno visto che in campo ci sono solo due avversari.

La lotta sarà ben più animata a Desenzano, che presenta ben sei aspiranti cittadini (da segnalare che nella capitale del Garda è presente l’unico candidato del M5S) Tris di contendenti, invece, a Gussago e a Darfo Boario Terme. Solo uno Il Comune con un solo candidato (per altro il sindaco uscente), vale a dire Provaglio Valsabbia, che bissa così l’esperienza del 2017. Due invece i candidati a Paspardo. Se si esclude Desenzano (che comunque è la città più popolosa dopo Brescia, con una vivace storia politica-amministrativa) il numero dei candidati sindaci è piuttosto contenuto. Fatto che si presta a una doppia lettura. Da una parte segnala una positiva composizione della dialettica politica, dall’altra una diminuita voglia di partecipazione diretta alla vicende del proprio paese.

Affluenza

In realtà, sarà la percentuale di affluenza al voto a far pendere la bilancia su un aspetto piuttosto che sull’altro. Intanto possiamo dire che la tendenza non è buona: alle ultime comunali, il 2 ottobre del 2021 riguardanti 26 paesi e 104mila cittadini, l’affluenza fu del 63,4% con un -8,3%. Cinque anni fa Palazzolo, Desenzano e Gussago andarono al ballottaggio: al secondo turno ci fu un crollo (nella capitale del Garda votò solo il 45,7%.

Dal punto di vista della sfida fra gli schieramenti politici, pur nel limite del campione elettorale, ci sono alcuni elementi interessanti. A Palazzolo, dopo l’addio di Gabriele Zanni, il centrosinistra affronta l’assalto del centrodestra. Lo stesso, scaduto il doppio mandato di Ezio Mondini, deve fare a Darfo Boario. A Desenzano è invece il centrodestra, con Guido Malinverno, a dover difendere il primato. A Gussago il civico Giovanni Coccoli ha di fronte l’uno e l’altro. Tutti i sindaci ricandidabili tentano il bis: a Desenzano, Gussago, Provaglio, Mura, Acquafredda e Paspardo. Anzi, in quest’ultimo caso si tratta di un tris. Bienno fa caso a sè, trattandosi di Comune commissariato. Nuovi sindac - non essendo ricandidabil quell uscenti - avranno anche Odolo e Gottolengo.

La newsletter del mattino, per iniziare la giornata sapendo che aria tira in città, provincia e non solo.
Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione
Informativa ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento UE 2016/679 o GDPR*

Articoli in Amministrative 2022

Lista articoli