Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Amministrative 2019

AMMINISTRATIVE 2019

A Capriolo, due ex sindaci e tre volti nuovi


Elezioni
Amministrative 2019
17 mag 2019, 11:29
Il municipio di Capriolo - © www.giornaledibrescia.it

Il municipio di Capriolo - © www.giornaledibrescia.it

In un’epoca in cui le serie tv la fanno da padrone, sembra proprio che a Capriolo l’avvicinamento alle elezioni sia simile all’assalto al trono di spade. Neanche 10mila abitanti, il paese franciacortino si appresta a recarsi alle urne con 5 liste in lizza e in un clima da «Game of Thrones», dove gli schieramenti si uniscono e poi si spaccano, dove ex sindaci continuano a ricandidarsi ed ex dipendenti comunali creano squadre per amministrare.

Cinque anni fa a spuntarla - contro 4 avversari - fu il leghista Luigi Vezzoli, che divenne sindaco col 37,5% dei voti. Il suo mandato, per usare un eufemismo, è stato belligerante. Prima ha lasciato il vicesindaco, poi altri due consiglieri di maggioranza. L’Amministrazione era aggrappata al sostegno di un consigliere di minoranza che a dicembre 2018 si è dimesso lasciando campo aperto alle dimissioni di massa dei consiglieri di opposizione che a gennaio hanno fatto cadere il governo del paese, attualmente commissariato.

Vezzoli ci riprova ancora con la lista Onestà per Capriolo, garantendo stavolta di poter fare affidamento su un gruppo più coeso. Più che sulla continuità, il leghista 58enne punta a realizzare tutte le opere imbastite negli ultimi due anni che però non hanno potuto trovare soluzione a causa delle crisi interne e, infine, del commissariamento. Sicurezza, sostegno alle associazioni, un nuovo campo di calcio, la sistemazione delle vecchie case operaie, l’acquisizione della ex Beltrami, solo per citare qualche esempio. 

Un altro candidato che ha già ricoperto il ruolo di sindaco è Fabrizio Rigamonti, che si propone alla cittadinanza per la quinta volta negli ultimi 23 anni. Dopo aver vinto nel 1996, 2001 e 2009, con la sua Iniziativa Civica per Capriolo il dentista 62enne punta a riprendere in mano i progetti lasciati cinque anni fa in sospeso e promette attenzione al commercio di prossimità, alle agevolazioni per le imprese e a politiche di sicurezza e integrazione che non siano divisive e quindi dannose per il tessuto sociale.

Tre sono invece le new entry nel panorama politico. Sara Cavalleri, 39enne esperta di economia, energie rinnovabili e tutela ambientale, ha costruito la squadra più giovane della tornata elettorale e la sua lista Capriolo Cambia può contare su forze civiche che pensano a migliorare i servizi sociali, gli aiuti per i giovani, l’associazionismo e a risolvere i problemi di viabilità e inquinamento. Mara Plebani, architetto 34enne ex tecnico comunale, è invece sostenuta dalla lista Capriolo è, l’unica che ha già annunciato quale sarà la sua (eventuale) Giunta. Tra le priorità: sicurezza, tradizioni e sviluppo sostenibile. Fratelli d’Italia appoggia la compagine, così come la lista Capriolo Riparte. Tra i candidati consiglieri anche Enrico Piensi, campione di kickboxing.

Stefano Salogni, architetto 44enne, è il candidato di Capriolo Progressista, sostenuta da due civiche e da Pd e Psi. La sua elezione porterebbe idee innovative in merito al coinvolgimento della cittadinanza, ai servizi sociali, alla cultura e alla sostenibilità finanziaria dell’ente locale. Altro nodo sarà la partecipazione. Cinque anni fa si era recato alle urne il 77,2% degli aventi diritto.

 

Affluenza e risultati alle Elezioni comunali 2014 >>

Liste e candidati di Capriolo >>

LINK

Onestà per Capriolo - Vezzoli sindaco

Iniziativa Civica per Capriolo - Rigamonti sindaco

Capriolo Cambia - Cavalleri sindaco

Capriolo Progressista - Salogni sindaco

Capriolo è - Plebani sindaco

 

 

Articoli in Amministrative 2019

Lista articoli