Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

Economia

ULTIMO GIORNO

Rottamazione cartelle, ultimo giorno: sito dell’Agenzia in tilt


Economia
15 mag 2018, 12:29

Fisco. Oggi ultimo giorno per «rottamare» le cartelle esattoriali - © www.giornaledibrescia.it

Il Consiglio nazionale dei commercialisti chiede di «prendere in considerazione l'ipotesi di un rinvio tecnico dei termini per la rottamazione bis». «Stiamo ricevendo, in queste ore - affermano i consiglieri nazionali Gilberto Gelosa e Maurizio Postal - da diversi colleghi segnalazioni di problemi di accesso al sito dell'Agenzia della riscossione: si tratta di una situazione dovuta, molto probabilmente, a un «effetto imbuto» legato all'approssimarsi della scadenza, che non agevola l'adesione alla seconda sanatoria delle cartelle esattoriali. Nei giorni scorsi, avevamo già segnalato problemi sulle comunicazioni sui ruoli, in molti casi non consegnate ai destinatari», ricordano.

Se non ci saranno proroghe, oggi sarà quindi l’ultimo giorno utile per presentare domanda di «rottamazione» (fino alle 23 di stasera per chi inoltra la domanda online). Per i contribuenti si tratta di un'opportunità per disfarsi delle contestazioni senza pagare interessi di mora, sanzioni o eventuali maggiorazioni nel caso di multe non pagate. Vantaggio anche per l'erario, che grazie all'evento prevede l'incasso di almeno 1,6 miliardi di euro provenienti da oltre 500mila istanze per la cancellazione di 3 milioni di cartelle esattoriali.

Come presentare domanda. Oltre il 50% delle richieste di rottamazione finora arrivate sono state fatte via web. L'adesione può essere fatta utilizzando quattro diversi canali: 1) la posta certificata all'indirizzo indicato sul modulo DA 2000/17 che va inviato; 2) il servizio online «Fai d.a. te», presente in area pubblica sul portale di Agenzia delle Entrate-Riscossione (ma chi si riduce all'ultimo giorno deve fare attenzione agli orari entro i quali si può interagire); 3) un professionista di fiducia delegato a trasmettere la dichiarazione di adesione alla definizione agevolata, che utilizzano il servizio EquiPro; 4) gli sportelli dell'agenzia Entrate-Riscossione. Chi può aderire. Possono rottamare le cartelle i contribuenti con debiti affidati alla riscossione dal primo gennaio 2000 al 30 settembre 2017.

La domanda di adesione non può essere nuovamente presentata per quei debiti interessati dalla precedente richiesta di definizione agevolata delle cartelle, per i quali non si sia poi provveduto al pagamento delle somme dovute entro le previste scadenze.

Articoli in Economia

Lista articoli