Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Economia

BOOM DI RICHIESTE

Già in 700mila hanno chiesto di fare pace con il fisco


Economia
14 apr 2019, 16:57
C'è tempo fino al 30 aprile per presentare le domande all'Agenzia delle entrate

C'è tempo fino al 30 aprile per presentare le domande all'Agenzia delle entrate

Boom di richieste per fare pace con il fisco: tra saldo e stralcio e rottamazione ter le domande hanno infatti sfondato quota 700 mila. Il conto lo fornisce l’Agenzia delle entrate-Riscossione ricordando ai «ritardatari» che per aderire c’è tempo fino alla fine del mese e che, per l’occasione, gli sportelli resteranno aperti anche sabato 27 aprile (non per i pagamenti). Ma meglio usare il web, cosa che hanno già fatto in circa 350 mila. A poco più di due settimane dal termine per l’adesione alla definizione agevolata delle cartelle, fissato al 30 aprile, - spiega l’Agenzia - sono circa 710 mila le domande presentate all’Agenzia delle entrate-Riscossione, di cui 605 mila riguardano la cosiddetta rottamazione-ter e 105 mila il «saldo e stralcio».

Metà domande sono arrivate via web. In vista della scadenza del 30 aprile, l’Agenzia ha stabilito l’apertura degli sportelli per sabato 27 per garantire servizi e assistenza ai contribuenti, escluse le operazioni di cassa. I contribuenti che intendono beneficiare della rottamazione-ter o del saldo e stralcio delle cartelle possono compilare e inviare le richieste online dal portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it, con il servizio «Fai D.A. te», disponibile nelle pagine del sito web dedicate ai due provvedimenti.

Il servizio può essere utilizzato sia in area pubblica, senza la necessità di pin e password ma allegando il proprio documento di identità, sia nell’area riservata del sito utilizzando Spid o le credenziali personali fornite da Agenzia delle entrate o dall’Inps. Nelle stesse pagine del sito, inoltre, è anche disponibile il servizio per ricevere via email il «prospetto informativo», cioè l’elenco di cartelle e avvisi di pagamento che possono essere «rottamati». Il prospetto informativo, oltre all’elenco delle cartelle che rientrano nella « rottamazione-ter», con l’indicazione dell’importo dovuto già «scontato» delle sanzioni e degli interessi di mora, è stato ampliato con una sezione in cui sono evidenziati quei debiti che possono essere oggetto di «saldo e stralcio».

La richiesta di adesione può essere presentata, oltre che via web, anche compilando gli appositi moduli cartacei, DA-2018 per la rottamazione-ter e SA-ST per il saldo e stralcio, disponibili in tutti gli sportelli e sul sito web dell’Agenzia. I modelli possono essere inviati tramite posta elettronica certificata (Pec) all’indirizzo della direzione regionale di riferimento indicata sul modulo oppure consegnati agli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione sul territorio. In alternativa i contribuenti possono delegare un professionista.

Ricordiamo che il provvedimento di saldo e stralcio è riservato ai contribuenti persone fisiche che dimostrino di trovarsi in situazione di grave e comprovata difficoltà economica e consente di pagare i debiti fiscali e contributivi in forma ridotta, con una percentuale che varia dal 16 al 35% dell'importo dovuto già «scontato» delle sanzioni e degli interessi di mora.

 

Articoli in Economia

Lista articoli