Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

IL CASO

Violenta una bimba di tre anni, lui nega ma il Dna lo inchioda


Brescia e Hinterland
12 giu 2019, 16:12
L'uomo è accusato di violenza sessuale aggravata dall'età della bimba

L'uomo è accusato di violenza sessuale aggravata dall'età della bimba

Ha sempre negato. Lo ha fatto al momento dell’arresto e lo ripete dal carcere di Pavia dove è rinchiuso da metà aprile con l’accusa di violenza sessuale aggravata dall’età della vittima. Una bambina di tre anni. A incastrarlo ora però c’è l’esame del Dna che ha stabilito la corrispondenza tra il tampone effettuato sulle sue mani e quello eseguito sulla bambina

Per gli inquirenti non ci sono dubbi e la posizione di un 23enne di origini nigeriane si complica pesantemente. La Procura con il pm Marzia Aliatis ha detto no al patteggiamento chiesto dal legale dell’uomo, l’avvocato Laura Gamba, che ora aspetta la richiesta di rinvio a giudizio e poi sceglierà probabilmente la strada del rito abbreviato per il suo assistito.

Il giovane è in Italia con un permesso di soggiorno temporaneo e si era trasferito nel Bresciano dalla sorella dopo un periodo in un centro d’accoglienza a Nuoro. A denunciarlo e farlo arrestare quasi due mesi fa era stato il padre della bambina. Il 23enne era in casa della famiglia della piccola, ospite per alcuni giorni, perché amico di un cugino del genitore.

 

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli