Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

Uccise la zia, divide la cella con Fabrizio Corona

Redazione Web

Brescia e Hinterland
3 lug 2013, 20:07
descrizione immagine

In cella con Corona. A condividere i pochi metri quadrati nel carcere di Opera (Milano) con il noto fotografo, re dei paparazzi, c’è il bresciano Emiliano Dolcetti, condannato definitivamente a 18 anni e 8 mesi per aver ucciso il 17 luglio del 2010, sotto l’effetto della cocaina, l’anziana zia, in contrada Celle a Prevalle. Corona invece, per una somma di condanne, di anni in cella ne dovrà passare 11. Per il manager dell’agenzia fotografica una delle più pesanti è certamente quella a cinque anni per estorsione ai danni del calciatore Trezeguet, stabilita dalla Cassazione e che fu la causa della sua fuga in Portogallo, cui seguì l’arresto. E poi ancora quella a tre anni e dieci mesi per bancarotta fraudolenta e frode fiscale.

Fabrizio Corona ed Emiliano Dolcetti nella cella di Opera condividono la stessa passione per la palestra, tanto da esercitarsi insieme per non perdere la forma fisica.

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli