Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

Stadio, in campo anche il Brescia Calcio


Brescia e Hinterland
19 giu 2010, 09:42
descrizione immagine

Nella partita del Parco dello sport entra in gioco anche il Brescia Calcio. Nonostante il progetto sia ancora «in fase embrionale», il lavoro di Loggia e privati prosegue a passo spedito e si apre al confronto. Tanto con i gruppi di opposizione in Consiglio comunale quanto con la società cui fanno capo le rondinelle. Una scelta, questa, che guarda ad un percorso di condivisione e di confronto aperto sul tema.

Almeno due i vertici nelle stanze di Palazzo Loggia che hanno lasciato il segno: il faccia a faccia tra il sindaco Paroli e la famiglia Corioni e l’avvio di un primo dialogo con i democratici. Del resto, dopo il botta e risposta degli ultimi mesi tra Amministrazione comunale e Brescia calcio sull'affaire nuovo stadio al Parco dello sport, i tempi per sedersi attorno ad un tavolo, insieme, e per valutare le diverse opportunità erano maturi. E sebbene non si sia ancora giunti ad una decisione ben definita, sul piatto del confronto avanza una proposta che potrebbe fare viaggiare sullo stesso binario obiettivi di Comune e società.

Al centro della «trattativa» ci sarebbe l'ipotesi di affidare al Brescia Calcio la gestione (o la proprietà) di parte del cosiddetto «Brescianello», ovvero del complesso - una palestra, un ristorante, e a pochi metri di distanza delle residenze - pensato al servizio dei ritiri delle diverse squadre sportive. A scorrere parallelo è poi l'altro film: quello che ha visto consiglieri di maggioranza e di opposizione difendere o bocciare lo studio di fattibilità per la possibile collocazione del Parco dello sport all'interno dell'attuale area cave.
 

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli