Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

IL FENOMENO

Roghi di rifiuti: 1,2 milioni di euro per il contrasto


Brescia e Hinterland
11 feb 2019, 12:01
ROGHI E RIFIUTI, PIANO DEL PIRELLONE

Combattere il fenomeno dei roghi dei rifiuti che nel Nord Italia ha assunto dimensioni incontrollate. Ecco l'obiettivo dei fondi stanziati da Regione Lombardia: un milione 200 mila euro.

La missione è evidente: contrastare il contrasto di illeciti nelle attività di stoccaggio, recupero e smaltimento rifiuti. L’Arpa sta sviluppando un piano di sorveglianza periodica regionale, basato su immagini ad alta risoluzione da satellite e da aereo in grado di intercettare le anomalie e casi di potenziale illegalità.

E a parlare sono i numeri. In Lombardia, nel 2017, sono state 399 le infrazioni accertate (il 5,5% sul totale nazionale) e la provincia bresciana c’è dentro appieno tanto da guadagnarsi la testa della classifica: 61 infrazioni, 58 denunce, 5 arresti e 34 sequestri. Ed è proprio il 2017 ad accendere l’attenzione delle istituzioni: 13 incendi nel Bresciano (sei in siti produttivi). Scandagliando il dossier dell’Arpa quello che stupisce è che 7 di questi roghi sono avvenuti di giorno.

Il «dossier incendi e discariche» è quindi finito sul tavolo del Pirellone, e l’assessore all’Ambiente Raffaele Cattaneo ha lanciato la grande chiamata alle Prefetture «per prevenire attività illecite».

Dalle relazioni emerge comunque che sono pochi i casi di autocombustione laddove è quasi sempre è la mano dell’uomo, il dolo, a dare il via alle fiamme. Pare infine ci sia anche chi spiega l’escalation di roghi, specie al Nord, con la presenza di una competizione tra coloro che hanno interesse a impedire che si avvii il ciclo virtuoso della raccolta differenziata, che farebbe perdere un proficuo business a chi si arricchisce smaltendo illegalmente i rifiuti.

 

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli