Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

Primarie Pd: a Brescia vince Miriam Cominelli


Brescia e Hinterland
30 dic 2012, 09:17

Un risultato a sorpresa. Nel quarto turno di primarie l'«effetto Renzi» ha avuto una ripercussione pesante. Per dirla con Alfredo Bazoli, nel suo commento a caldo alla chiusura dei seggi, «uno sconquasso». Prima a sorpresa in provincia di Brescia è arrivata Miriam Cominelli, 31enne ingegnere precario, di area bersaniana che si è presentata in «ticket» con l'onorevole Paolo Corsini (secondo con 4.615 voti). Per lei ben 6.423 preferenze. Fa rumore anche l'ultima posizione del senatore uscente Guido Galperti con solo 2.059 preferenze: stando così le cose non sarebbe candidato in posizione utile.
Sono stati ben 14.591 i bresciani che si sono recati nei 147 seggi allestiti dal Partito democratico per indicare i propri candidati.

Tornando ai risultati delle consultazioni, alle spalle di Cominelli e Corsini (che per altro si sono presentati con una sorta di ticket), si è piazzato Alfredo Bazoli che ha ottenuto 4.218 preferenze, quarta Marina Berlinghieri con 3.967 voti, Giovanna Benini 3.147, Alberto Tosa con 3.080 e Guido Galperti con 2.059.
TUTTI GLI APPROFONDIMENTI NELL'EDIZIONE DI OGGI DEL GIORNALE DI BRESCIA

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli