Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

IL CASO

Imbrattarono la metro, la Locale li scopre grazie all'Interpol


Brescia e Hinterland
1 feb 2017, 14:47
WRITER SLOVACCHI... IN TOUR

Due 34enni slovacchi sono stati denunciati a piede libero per imbrattamento e danneggiamento aggravato. 

È il risultato dell'indagine avviata dalla Polizia Locale di Brescia il 10 marzo del 2016 per identificare le persone che avevano sporcato i vagoni della metropolitana parcheggiati in via Magnolini. 

I due erano entrati nel deposito al mattino presto, lasciando la scritta «Smgo», che sta per «(the) show must go on», su un convoglio.

 

 

I writer denuciati dalla Polizia locale

Si tratta di un marchio di fabbrica, riconducibile ai canali con cui i due diffondono le loro azioni, ma anche merchandising con il marchio, appunto, «Smgo».

Dalle indagini è emerso poi un altro video in cui i due imbrattavano vagoni a Roma e Napoli. La Locale è riuscita a risalire all’automobile usata dai writer: incrociando le immagini delle telecamere di autostrade e strade provinciali sono stati ricostruiti i loro movimenti.

Grazie alla collaborazione con l’Interpol sono state consultate banche dati nazionali e internazionali, fino ad arrivare all’identità dei graffitari. Si tratta di S.D. e S.S., in arte «Daor» e «Senyor», entrambi di Bratislava. Stando a quanto riferisce la Polizia Locale, uno di loro era stato arrestato nel 2008, in Giappone, sempre per imbratattamenti. I due sono raggiunti dagli atti della Procura direttamente a casa.

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli