Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

IL CASO

Aviaria nel Bresciano, più di 800mila abbattimenti


Brescia e Hinterland
14 nov 2017, 09:44
AVIARIA, CENSIMENTO DELL'ATS

Situazione critica tra abbattimenti e rimborsi. L'aviaria presenta il conto: 21 focolai e 10 depopolamenti affettuati.

È questa la situazione sul territorio bresciano dellinfluenza aviaria. Numeri elevati che fanno decretare una reale emergenza in provincia di Brescia. Tutto è sotto controllo, ma il lavoro svolto, e da svolgere ancora, da Ats Brescia è ancora lungo

530 mila sono i capi abbattuti fino ad ora nei focolai, mentre 264 mila quelli appartenenti ai 10 impianti situati nelle vicinanze degli allevamenti contagiati.

Altre cinque aziende subiranno perdite di capi, si stima un numero vicino ai 130 mila. Numeri elevati che comportano indennizzi ai lavoratori. Ad oggi il calcolo dice che Ats dovrà risarcire gli allevatori colpiti per 6 milioni 150 mila euro. Senza contare i costi relativi all’abbattimento e al macello che si stimano per 2 milioni 200 mila euro. Nessun pericolo per la popolazione.

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli