Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

BAGNOLO MELLA

Profughi nascosti nel cassone di un camion, espulsi


Bassa
11 lug 2018, 06:30

La Polizia Stradale controlla mezzi pesanti - © www.giornaledibrescia.it

L’autista ha sentito bussare dal rimorchio quando si è fermato per una pausa nell’area di servizio Ghedi Est sull’Autostrada A21, in territorio del comune di Bagnolo Mella. Immediatamente ha chiesto aiuto e la centrale operativa dell’emergenza ha passato la chiamata sia all’emergenza sanitaria che alla Polizia Stradale.

Quando agenti e infermieri hanno aperto il portellone si sono trovati davanti quattro ragazzi, due maghrebini e due africani. I giovani sono stati visitati e rifocillati e poi presi in consegna dalla Polizia Stradale che li ha trasferiti in Questura per l’identificazione. L’autista ha raccontato di essere partito il giorno prima dalla Francia e di aver sostato per la notte all’autoporto di Ventimiglia, senza essersi accorto di nulla. La vicenda è simile a quella di Bassano Bresciano, di soli pochi giorni fa.

Per due di loro, tunisini di 25 e 23 anni, già destinatari di un precedente ordine di espulsione che non era stato rispettato, è stata disposta ed eseguita l’espulsione con accompagnamento al centro di permanenza per il rimpatrio di Torino. Gli altri due, uno originario del Ciad e l’altro del Sudan, fino a ieri sconosciuti alle autorità italiane, sono ora destinatari di un ordine di espulsione. Hanno sette giorni per rispettarlo.

 

Articoli in Bassa

Lista articoli