Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

MONTICHIARI

Ha lottato con tutte le sue forze, addio al guerriero Matteo


Bassa
7 dic 2017, 07:41

Lutto. Matteo Brontesi

Ha lottato con tutte le sue forze, ma alla fine è stato costretto a cedere. Si è spento martedì, all’ospedale di Montichiari, Matteo Brontesi. Aveva solo vent’anni. Una terribile malattia, contro cui tenacemente combatteva da tempo, l’ha strappato ai suoi cari: alla mamma Ornella Begni, al papà Mauro e alla sorella Laura. Una famiglia conosciuta, impegnata nel mondo associativo.

«Niente fiori per Matteo, chiedono, piuttosto si faccia un’offerta a «L’alveare», onlus monteclarense. «Lascerà una voragine nel nostro gruppo di amici - interviene uno di loro -. Era pacato e discreto, capace di riflessioni profonde e curioso di conoscere cose nuove. Ha mostrato una forza interiore ammirevole».

L’ultimo saluto è fissato per domani. Il corteo partirà alle 15.15 dall’abitazione di via Cavallotti e arriverà al Duomo di Montichiari, dove sarà celebrata la Messa. La veglia funebre si terrà stasera alle 19.30. «Quando la morte verrà, io sarò ancora più forte, il mio pensiero andrà oltre», recita una canzone di Enigma, l’artista preferito di Matteo.

Articoli in Bassa

Lista articoli