Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

MIGLIORIA

Addio attese eterne al passaggio a livello, arriva l'indicatore


Bassa
24 apr 2019, 08:18
Il segnale che indicherà lo stato del passaggio a livello - © www.giornaledibrescia.it

Il segnale che indicherà lo stato del passaggio a livello - © www.giornaledibrescia.it

Il passaggio a livello di via Kennedy di Verolanuova e i lunghi tempi di sosta delle automobili in attesa del transito dei treni sono una problematica che l’amministrazione comunale di Verolanuova conosce da tempo. Per questa ragione la Giunta, in attesa di soluzioni ancor più efficaci, si è messa al lavoro per poter posizionare sulla circonvallazione, in località San Donnino, un presegnalatore di abbassamento delle sbarre.

Il progetto è stato pensato e presto sarà realizzato dall’amministrazione in autonomia da Rfi, con l’utilizzo di sensori collegati alla telecamera comunale presente in via Kennedy, che capterà il segnale di abbassamento, inviandolo al segnalatore luminoso posizionato alla rotatoria di San Donnino. Gli autisti quando vedranno il segnale luminoso acceso alla rotatoria, sapranno che il passaggio a livello è abbassato e invece di svoltare in via Kennedy, potranno decidere di proseguire il viaggio lungo la strada provinciale.

«Negli anni - commenta il sindaco Dotti - abbiamo avuto vari incontri con i rappresentanti delle Ferrovie per avere una riduzione dei tempi di attesa ma, nonostante impegno e sollecitazioni, i risultati sono stati piccolissimi. Rete Ferrovie Italiane ha anche evidenziato che la modifica del segnalatore di passaggio del treno (a cui è collegato l’abbassamento delle sbarre) se da una parte può essere valutato per ridurre le lunghe attese di treni merci, dall’altra parte potrebbe creare problemi di sicurezza al passaggio dei treni passeggeri, più veloci e quindi con un lasso di tempo limitato tra l’abbassamento delle sbarre e il passaggio del treno. Per tale ragione e per il momento abbiamo pensato ad una soluzione alternativa».

Inoltre, altra questione emersa, è che non è possibile risolvere il problema dell’incrocio tra due treni (in questo caso l’attesa delle auto ferme alle sbarre aumenta) sulla tratta a binario unico Brescia-Cremona, perché uno dei mezzi a rotaia deve sempre restare fermo in stazione su uno dei due binari, nell’attesa dell’altro treno in arrivo dalla direzione opposta. «Il segnalatore luminoso alla rotatoria della località San Donnino - ha concluso il primo cittadino Dotti - è una prima risposta concreta che l’amministrazione vuole dare ai cittadini, nella speranza, in futuro, di poter intervenire con Rfi al fine di ridurre drasticamente i tempi di attesa, a volte, davvero molto lunghi».

 

Articoli in Bassa

Lista articoli