Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

IL PROGETTO

A Castrezzato arrivano i varchi per «sorvegliare» la rete viaria


Bassa
11 giu 2019, 06:50
Videosorveglianza - © www.giornaledibrescia.it

Videosorveglianza - © www.giornaledibrescia.it

Attese da tempo, sono in arrivo a Castrezzato le speciali videocamere (i cosiddetti «varchi») in grado di leggere le targhe dei veicoli in transito e di registrare lo stato dei mezzi stessi (vedi la mancanza di revisione, per esempio). Per l’installazione di questi sistemi si era già mossa l’Amministrazione comunale precedente, che aveva annunciato il loro acquisto un anno e mezzo fa con una spesa di circa 30mila euro. Ora il Comune ha dato il via libera per i lavori di posa del primo varco, che sarà posizionato in via Chiari.

Le altre videocamere già acquistate saranno posizionate in via Barussa (sulla strada per Comezzano Cizzago) e sotto il ponte Tav, nei pressi dell’accesso all’autostrada Brebemi, sulla strada che conduce verso Rovato. A breve, oltre a questi lavori che renderanno il paese più sicuro, sarà avviata la riqualificazione dei lampioni del centro storico: si passerà alla tecnologia a led per circa 150 lampioni.

L’intervento era già stato previsto dalla precedente Giunta comunale e, nel giro di poche settimane, prenderà il via. Con il passaggio alla tecnologia a led si garantirà un maggiore risparmio energetico, una riduzione dei consumi e dei costi di manutenzione. Così, nella parte più vecchia del paese, sarà garantita una migliore illuminazione. A occuparsi dei lavori Enel sole, con il Comune che ha già investito poco meno di 45mila euro.

Articoli in Bassa

Lista articoli