Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

SAREZZO

Rotonde... al bivio: si punta ai lavori sul rondò di Ponte Zanano


Valtrompia e Lumezzane
12 set 2017, 15:34

Rotonda sì, ma dove? Su via Antonini, per risolvere una situazione piuttosto ingarbugliata, o a Ponte Zanano, per risolvere un altro nodo viabilistico? La risposta è che verranno fatte tutte e due, con tempi, fondi e regie diverse. Il rondò di Ponte Zanano è già nei piani del Comune, mentre quello su via Antonini è definitivamente entrato a far parte di quel romanzo infinito chiamato autostrada della Valtrompia.

La situazione è ingarbugliata, certo, una matassa per svolgere la quale è necessario ricostruire una vicenda ricca di ostacoli. L’assioma in questo teorema della viabilità è (anzi, sarebbe meglio dire era) la necessità di un rondò che possa risolvere l’attraversamento della strada che va a Lumezzane da parte dei mezzi pesanti in uscita dalle Acciaierie Venete e dalla ditta P.E.L. Originariamente l’opera doveva essere realizzata dal Comune grazie ai contributi erogati dalle due aziende. Il progetto però è finito «incagliato» nelle lungaggini dell’autostrada della Valtrompia. Anzi, adesso vi è legato a filo doppio.

La rotonda, infatti, dovrebbe segnare la fine del prolungamento fino a Sarezzo del raccordo autostradale, prolungamento richiesto dai primi cittadini tirumplini. Ne consegue che la rotatoria (che verrebbe realizzata circa 200 metri più a nord rispetto al progetto originario) sarà eventualmente a carico di Anas. Certo, a patto che la richiesta di prolungamento dell’autostrada venga accettata.

E se così non fosse? Il Municipio saretino non azzarda previsioni, ma è chiaro che la situazione non è delle più semplici da gestire.

Sta di fatto che il Comune ha comunque a disposizione un tesoretto da 400mila euro (messo a disposizione da P.E.L in cambio della possibilità di aumentare la propria superficie su aree già acquisite) per una rotonda che adesso non dovrà più realizzare. La soluzione trovata dal Municipio è quella di dirottare i fondi verso i cantieri di un’altra rotatoria, stavolta nel territorio di Ponte Zanano. Un progetto che vedrà la compartecipazione della Provincia e che riguarderà la riqualificazione delle vie limitrofe a via Seradello, con la rimozione del semaforo lungo la strada che porta fino a Iseo.

Una rotonda, dunque, è «al sicuro». Per quella legata al raccordo autostradale, ottimismo degli amministratori a parte, ci sarà solo da aspettare, visto che di certo (per ora) ci sono solo le «buone» intenzioni di Anas.

 

Articoli in Valtrompia e Lumezzane

Lista articoli