Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

SERIE D

Lumezzane: il ritorno in C sempre più lontano


Sport
17 lug 2017, 15:31

È ancora buio fitto sul destino dell’Ac Lumezzane. Sul campionato che i rossoblù potranno giocare. Uno stallo quasi totale, anche se nei giorni scorsi la società, tramite un sito web, ha lanciato un casting per la carica di segretario generale, così come alcune settimane fa l’ex allenatore Mauro Bertoni (il cui contratto è scaduto il 30 giugno), a nome del Lumezzane, lo aveva promosso per allenatori delle squadre giovanili.

A margine di tutto questo sembra quasi del tutto tramontata l’ipotesi di un trasferimento del portiere Pasotti e del difensore Soragna al Legans, così come di una stretta cooperazione tra la società di serie A spagnola ed il Lumezzane.

Delle dieci società di serie C bocciate in prima istanza dalla Covisoc, cinque dovrebbero essere in grado di ottenere l’ok alla partecipazione al prossimo campionato di serie C. Le cinque escluse saranno certamente il Latina (anche se nella città pontina restarà la terza serie grazie al trasferimento nel capoluogo del Fondi, i cui vertici hanno ora la proprietà della Ternana), Como, Mantova, Maceratese e Messina.

Sembrerebbero invece aver risolto i loro problemi il Modena (che tra l’altro ha già iniziato il ritiro), l’Andria, la Juve Stabia, l’Arezzo e probabilmente anche l’Akragas. Sono dunque cinque, realisticamente, i posti a disposizione per la serie C. Ripescaggio. Pagando la tassa richiesta, il Lumezzane sarebbe il primo ad averne diritto, avendo militato per 24 anni tra i professionisti, avendo vinto una Coppa Italia e non avendo mai avuto alcuna pendenza amministrativa. Sulla sponda rossoblù, però, non sembra cambiato l’atteggiamento di partenza: «Non paghiamo alcun ripescaggio, ci devono riammettere per i nostri trascorsi e perché il club è sempre stato virtuoso», ha sempre detto il presidente Cavagna. Regolamento. Purtroppo si può concorrere al ripescaggio solo pagando 300.000 euro a fondo perduto ed aprendo una fideiussione di altri 200.000. Al momento si sa per certo che inoltreranno domanda la Triestina (altra squadra che ha già iniziato la preparazione dopo un nercato di buon livello) ed il Rende. In corsa ci sarebbero anche Rieti, Virtus Vecomp Verona, Varese, Vis Pesaro e Massese. Che faranno Federcalcio e LegaPro se però tutti questi cinque posti non dovessero essere occupati? Potrebbero anche pensare a completare il format di 60 squadre con delle riammissioni, ma prima del Lumezzane a questo punto ci sarebbero almeno anche Forlì e Vibonese. Le possibilità dunque che il Lumezzane disputi il prossimo anno la serie C sono appese davvero ad un filo. Che si chiama ripescaggio. Intanto la prossima puntata è prevista per il 19 luglio quando la Covisoc comunicherà definitivamente i nomi delle promosse e delle bocciate. Le domande di ripescaggio invece dovranno essere inoltrate entro il 28 luglio.

Articoli in Sport

Lista articoli