stampa | chiudi

la guida del gambero rosso

Massari il miglior pasticcere d'Italia

Ore: 16:22 | giovedì, 22 novembre 2012

Con 93 punti Iginio Massari, della pasticceria Veneto a Brescia, è il re della pasticceria italiana. Un’arte bianca che, secondo la guida «Pasticceri & Pasticcerie 2013» presentata oggi dal Gambero Rosso. Presidente onorario dell’Accademia dei maestri pasticceri italiani e membro della Relais Dessert, ha alle spalle grandi successi: guida nel 1997 la squadra italiana che vince la Coppa del Mondo di Lione, è Pasticcere dell’Anno nel 2000, si aggiudica la Coppa Europa di Roma nel 2002 e vince a Rimini il Campionato mondiale a squadre. Celeberrimo è il suo panettone.

La guida «Pasticceri & Pasticcerie 2013»  con 550 locali recensiti, conta eccellenze da Nord a Sud e vede premiati con «Tre Torte» Biasetto a Padova; Gino Fabbri pasticcere a Bologna e presidente Accademia Pasticceri; Pasquale Marigliano che ha aperto a Ottaviano (Napoli) una boutique-patisserie in stile belga-francese; Nuovo Mondo a Prato di Paolo Sacchetti; il cioccolatiere Besuschio a Abbiategrasso; Cristalli di Zucchero a Roma; Dalmasso ad Avigliana (Torino); e L’Orchidea a Montesano sulla Marcellana.
Si tratta, ha sottolineato la curatrice della guida Laura Mantovano, «di nove personalità diversissime fra loro, ciascuno espressione dell’incredibile varietà… della pasticceria italiana. Nel 2012 il mondo della pasticceria attraversato da due grandi filoni: da un lato la moda o meglio l’ossessione del cake design dall’altro la voglia di tornare alle radici di valorizzare il territorio, puntando a una pasticceria moderna e lineare. L’avanguardia della pasticceria italiana tende a discostarsi sempre più da dolci sfarzosi, ricercati che puntano su ingredienti esotici. Si tende a semplificare, ad eliminare il superfluo. Perché‚ anche un dolce, al pari di un piatto, può essere grandissimo nella sua essenzialita».
 

stampa | chiudi