Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

BOGLIACO

La solidarietà a vele spiegate, per sconfiggere la malattia


Garda
13 set 2017, 06:20
LA CHILDREN WIND CUP SU TELETUTTO

Vele issate, animo cullato dal vento, le ferite e le inquietudini della malattia lasciate a riva. Salperà dal porto Vecchio di Bogliaco di Gargnano, nel fine settimana del 16 e 17 settembre, l’undicesima Children wind cup, regata di beneficenza a favore dei bimbi dell’Abe, Associazione bambino emopatico, che da più di trent’anni collabora con il reparto di Onco-ematologia pediatrica del Civile.

Evento che domenica sarà accompagnato, dalle 11 alle 12.30 e poi di nuovo nel pomeriggio, dalle 13.30, dalla diretta su Teletutto, condotta da Clara Camplani e Sandro Pellegrini.

L’Associazione, guidata da Luciana Corapi, che organizza l’iniziativa con il circolo Vela di Gargnano, da oltre dieci anni la promuove per raccogliere fondi per i progetti di Abe. Bimbi e ragazzi che con la malattia convivono, o hanno convissuto, saliranno a bordo accompagnati da velisti professionisti.

A illustrare ieri i dettagli dell’undicesima edizione, con Luciana Corapi c’erano MariaTeresa Isetti e Ferdinando Possi, ideatori dell’evento insieme a Sandro Pellegrini. Con loro anche Raffaele Spiazzi, direttore sanitario del presidio pediatrico del Civile, Lucia Notarangelo del reparto di Onco-ematologia pediatrica e monsignor Claudio Paganini, da sempre a fianco dell’appuntamento.

Il week end che unisce sport e solidarietà prenderà il via sabato; in programma dalle 17 alle 18 la registrazione delle famiglie al Camping Toscolano, dove alle 19 è prevista la cena. Alle 21 lo spettacolo, nella piazza del porto Vecchio di Bogliaco, condotto da Francesco Tortelli di Radio Studio Più.

Domenica 17 si entrerà nel vivo con la regata vera e propria: il ritrovo alle 9.30, alle 10 la benedizione del trofeo da parte di monsignor Paganini, alle 11 il via alla diretta su Teletutto, con animazione a sorpresa in piazza, a mezzogiorno il pranzo e dalle 13.30, dopo la composizione delle squadre e l’imbarco, il via alla regata. Infine alle 15 show a sorpresa, l’arrivo nel pomeriggio di Vincenzo Regis e alle 17 premiazioni con buffet.

Non mancheranno gli atleti, le forze dell’ordine, le istituzioni e tutti gli amici da sempre vicini ad Abe. «Ai bimbi protagonisti della regata vogliamo come ogni anno regalare un week end di svago e di serenità», ha esordito la Corapi, mentre Spiazzi ha aggiunto: «Per noi la regata è un appuntamento che è diventato parte integrante del percorso di assistenza ai piccoli pazienti». La dottoressa Notarangelo ha condiviso il pensiero di Spiazzi, rammentando l’importanza dell’apporto di Abe: «Nel nostro staff, proprio grazie al supporto di Abe, sono entrati due giovani colleghi». E, sorpresa tra le sorprese, ha concluso Possi, «la Juventus, che è diventata partner dell’evento, ci farà un grande regalo».

 

Articoli in Garda

Lista articoli