Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
<![CDATA[Brescia e Hinterland]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/brescia-e-hinterland-1.3000398 Sat, 24 Jun 2017 18:14:55 +0000 <![CDATA[Caldo (forse) arrivederci: temporali in arrivo dall'Atlantico ]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/caldo-forse-arrivederci-temporali-in-arrivo-dall-atlantico-1.3185070 1.3185070 Sat, 24 Jun 2017 18:14:55 +0000 Il caldo ha ormai le ore contate, almeno in questa fase, e le previsioni meteo annunciano l'arrivo di forti temporali già dalla notte tra sabato e domenica.
Per questo la Sala operativa della Regione Lombardia, coordinata dall'assessore Simona Bordonali, comunica che un fronte perturbato colmo di aria fresca di origine atlantica e' in procinto di transitare sulla nostra regione dai settori occidentali verso quelli orientali. Il passaggio avverra' essenzialmente nella giornata di domenica e sara' accompagnato da fenomeni temporaleschi gia' possibili nella tarda serata di sabato.
 
Nel dettaglio, in una prima fase individuata tra la tarda serata di sabato e la mattinata di domenica la probabilita' di temporali forti e' indicata come alta sui settori prealpini dal comasco verso est, con successivo coinvolgimento parziale dei settori di alta pianura. Nel corso delle ore successive l'instabilita' sara' maggiormente concentrata sulla pianura centrale e orientale, fino al completo passaggio della linea instabile atteso per il tardo-pomeriggio e la sera di domenica 25. Si indica inoltre un netto miglioramento con ampie schiarite dal pomeriggio a partire dalle province piu' occidentali. Al passaggio dei temporali potranno verificarsi fenomeni come grandinate di medie dimensioni, fulminazioni frequenti e forti raffiche di vento.
 
Fenomeni che si spera possano portare sollievo alle campagne messe in ginocchio dalla siccità.
 
Come si rileva l'Aeronautica militare sono soprattutto la Sardegna, le regioni del Nord e del Centro quelle con il maggior numero di località dove il caldo percepito è pari o superiore a 40 gradi. In Piemonte si soffre a Torino e Cuneo (40 gradi percepiti) e ancora di più a Mondovì (42). In 
Lombardia l'afa si fa sentire a Bergamo (41), Brescia (40) e Milano (39).
 
]]> <![CDATA[Desenzano, Gussago e Palazzolo: si sceglie il sindaco]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/desenzano-gussago-e-palazzolo-si-sceglie-il-sindaco-1.3184906 1.3184906 Sat, 24 Jun 2017 15:35:53 +0000 Al via i ballottaggi a Desenzano, Gussago e Palazzolo. Il secondo turno è in programma questa domenica, 25 giugno: si voterà dalle 7 alle 23 e lo spoglio delle schede inizierà subito dopo la chiusura dei seggi e da qui si potranno seguire tutti i risultati.

Il primo turno a Desenzano si era chiuso con un netto vantaggio del candidato di centrodestra Guido Malinverno, che ha raccolto il 47,67% dei voti contro il 27,75% di Valentino Righetti, sostenuto dal Partito Democratico, Righetti Desenzano, Città Futura. Negli ultimi giorni si sono susseguiti incontri, telefonate, post, appelli, aperitivi per convincere gli indecisi e gli astenuti del primo turno. Alla fine di una campagna elettorale giudicata sfiancante, Malinverno promette un cambio di rotta complessivo, mentre Righetti, che ha davanti il difficile recupero di 20 punti in percentuale, assicura continuità. Anche il Movimento 5 Stelle invita i propri elettori a votare. 

Sfida all’ultimo voto invece a Gussago. Per ora è in vantaggio Stefano Quarena, centrodestra, ma solo di un punto: 31,64% rispetto al 30,26% del candidato di lista civica Giovanni Coccoli. Non ci sono apparentamenti di liste ma molti endorsement. Il Pd bresciano ha chiesto ai propri elettori di votare Coccoli, già sostenuto da Gussago Insieme, e il centrodestra ha risposto serrando i ranghi, con Lega Nord Lega Lombardia, Fratelli d’Italia e Riprendiamoci Gussago.Più complicata la posizione di Forza Italia. Mariastella Gelmini ha invitato a sostenere Quarena, posizione rifiutata da Luca Aliprandi, candidato sindaco del partito che al primo turno si è fermato al 12%.  

Più calda l’atmosfera a Palazzolo, dove l’ultima settimana di campagna è stata caratterizzata da toni accesi e accuse. Si confronteranno alle urne il sindaco uscente Gabriele Zanni, favorito al primo turno con il 47,65%, e il leghista Stefano Raccagni, fermo al 41,51%. Nei giorni scorsi la tensione era culminata con una lettera, priva di mittente, imbucata nelle cassette della posta dei cittadini nella quale si invitava a votare Raccagni. Zanni dal canto suo si dice sereno, favorito dal pronostico ma senza sottovalutare la sfida di domenica. Fra le tre sedi in cui sono distribuiti i 15 seggi dove i palazzolesi andranno a votare, il focus sarà su San Pancrazio, ultima roccaforte del centrodestra che in cinque anni ha perso quasi 1300 voti.  

]]>
<![CDATA[La procura: «Processate quei medici per omicidio colposo»]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/la-procura-processate-quei-medici-per-omicidio-colposo-1.3184896 1.3184896 Sat, 24 Jun 2017 14:17:08 +0000 Omicidio colposo dovuto a imperizia e negligenza. Questa l’accusa che la Procura di Brescia muove a tre degli otto medici della Poliambulanza indagati per la morte, avvenuta il 29 dicembre 2015, di un 59enne di Trenzano, Lorenzo Tomarchio, e per cui ha chiesto il rinvio a giudizio.

L’uomo era spirato durante un intervento per la rimozione di un tumore al rene e i familiari, con l’assistenza dell’avvocato Gian Battista Scalvi, hanno intrapreso una delicata battaglia legale per avere verità e giustizia

Secondo i consulenti incaricati dalla famiglia il 59enne morì in seguito ad uno shock emorragico, causato dalla rottura di un’arteria mesenterica, che secondo il prof. Vito Cirelli e il prof Giulio Mazzilli sarebbe da imputare ai medici. Secondo gli esperti infatti il chirurgo e il suo staff non avrebbero eseguito tutte gli accertamenti diagnostici necessari prima dell’intervento, seppure il radiologo ne avesse consigliati alcuni specifici.

La decisione del Gip è attesa nei prossimi giorni.  

    

]]>
<![CDATA[Ruba centinaia di pacchi di Amazon: 57enne postale in manette]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/ruba-centinaia-di-pacchi-di-amazon-57enne-postale-in-manette-1.3184795 1.3184795 Sat, 24 Jun 2017 10:48:45 +0000 Vedeva passare i pacchi di Amazon diretti a decine di clienti bresciani del colosso dell'e-commerce. E ha deciso di impossessarsene. Una situazione che evidentemente durava da parecchio stando alle numerose denunce per pacchi non ricevuti che sono state sporte negli uffici della Polizia Postale e una procedura di tutela di Poste Italiane.

Con una attività di osservazione nottura i poliziotti hanno bloccato una 57enne dipendente del centro di smistamento di Brescia di Poste Italiane proprio mentre stava nascondendo nel proprio armandietto 15 pacchetti amazon, evidentemente prelevati appena prima dalle linee di smistamento della corrispondenza. A casa sua centinaia di altri pacchetti simili che ora sono stati sequestrati.

La donna è in arresto e attualmente detenuta a Verziano. 

 

]]>
<![CDATA[Vertical Race, di corsa a 36°C per affrontare 18 piani]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/vertical-race-di-corsa-a-36-c-per-affrontare-18-piani-1.3184763 1.3184763 Sat, 24 Jun 2017 10:30:11 +0000 Salire 18 piani. Di corsa. Con la colonnina di mercurio che tocca i 36°. È stata la prova di forza dei 44 atleti che ieri sera hanno corso la nona edizione della Vertical race, salendo tutto d’un fiato i sedici piani della torre Cimabue di San Polo. L’iniziativa, organizzata dall’Unione Sportiva Acli del quartiere in collaborazione con Brescia Running e Aics Brescia, è diffusa in tutto il mondo, ma in Italia ce ne sono solo due: al Pirellone e alla torre Cimabue.

Il venticinquenne Angelo Busi, di Mapello, con i suoi 2 minuti e 22 secondi ha strappato per un secondo il primato a Dario Fracassi, aggiudicandosi l'edizione.

Nella categoria femminile, invece, la medaglia d’oro l’ha indossata Gisella Zuccarotto, di Bergamo, arrivata in 3 minuti e 10 secondi. Per il secondo anno, anche un corridore d’eccezione, Haki Doku che ha sceso tutti i 16 piani in sedia a rotelle, alla quale è costretto dopo un incidente. Li ha percorsi tutti impennando la sua sedia a rotelle. 

 

Tutti i dettagli sull'edizione del Giornale di Brescia in edicola oggi, sabato 24 giugno, scaricabile anche da qui

]]>
<![CDATA[Festa della musica: suona anche il GdB]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/festa-della-musica-suona-anche-il-gdb-1.3184740 1.3184740 Sat, 24 Jun 2017 09:39:15 +0000 La musica che risuona in tutta la città per l'edizione 2017 della Festa della Musica ha contagiato anche piazzetta Giuseppe Camadini, cuore del rinnovato ingresso del Giornale di Brescia.

Uno spazio voluto e pensato anche per la città che, anche in questa occasione, proprio alla città, e ai suoi ospiti, si apre per offrire a Brescia un palco per suonare e un ambiente, raccolto ma comodo da raggiungere, per ascoltare al meglio.

Diverse le formazioni che si alterneranno nel corso della giornata.

 

Sul palco anche  i ragazzi dell'accademia musicalmente. Ecco alcuni momenti della loro esibizione. 

EMBED [Si suona al GdB]

EMBED [La festa della musica suona al GdB]

]]>
<![CDATA[Si ustiona con il barbeque: muore dopo 20 giorni di agonia ]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/si-ustiona-con-il-barbeque-muore-dopo-20-giorni-di-agonia-1.3184719 1.3184719 Sat, 24 Jun 2017 07:55:40 +0000 Venti giorni di agonia. Trascorso nel Centro Grandi Ustionati dell'ospedale di Borgo Trento, a Verona. Infine, la morte, sopraggiunta giovedì. Non ha retto alla gravità delle ustioni riportate Alberto Cominardi, 79enne del Villaggio Prealpino che il 2 giugno era stato investito da una fiammata improvvisa mentre cucinava con un barbeque in famiglia.

Il fuoco lo ha avvolto completamente e in capo ad un mese non gli ha dato scampo. Lui, da alpino - ex vice capogruppo al Prealpino - ha lottato fino all'ultimo. Ma complice forse anche l'età e la gravità delle ustioni non ha retto. I suoi amici delle penne nere lo piangono ora assieme ai familiari. Lunedì nella Parrocchiale di Santa Giulia, alle 9.30, i funerali.

 

Tutti i dettagli sull'edizione del Giornale di Brescia in edicola oggi, sabato 24 giugno, scaricabile anche da qui

 

]]>
<![CDATA[Lo vogliono senatore a vita, Manlio Milani risponde così]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/lo-vogliono-senatore-a-vita-manlio-milani-risponde-cos%C3%AC-1.3184582 1.3184582 Fri, 23 Jun 2017 18:21:59 +0000 «Mi fa piacere, ma un riconoscimento lo merita l’intera città di Brescia». Così Manlio Milani, presidente dell’Associazione familiari vittime della strage di Piazza della Loggia, commenta la proposta dell’esponente locale del Partito democratico Roberto Cammarata di proporlo al presidente della Repubblica come senatore a vita «per tutto quello che ha fatto per tenere viva la memoria, per la ricerca instancabile della verità».

Milani, che il 28 maggio del 1974 in Piazza Loggia perse la moglie Livia Bottardi, ringrazia ma preferisce guardare all’impegno di tutti. «Sono uno di quelli che ha lavorato per arrivare alla verità, forse più di altri, ma sicuramente insieme ad altri. Brescia deve essere premiata». 

]]>
<![CDATA[Meteo: sabato apice di caldo, bollino rosso per Brescia]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/meteo-sabato-apice-di-caldo-bollino-rosso-per-brescia-1.3184571 1.3184571 Fri, 23 Jun 2017 16:33:26 +0000 Weekend di fuoco per 10 città italiane, contrassegnate con il bollino rosso del ministero della Salute che indica un'emergenza caldo con il massimo livello di rischio per tutta la popolazione.

Domani, in particolare, l'allarme è scattato per Brescia, Bologna, Bolzano, Perugia e Torino, mentre domenica riguarderà Ancona, Campobasso, Firenze, Perugia e Pescara. 

Per fronteggiare l'afa e il caldo, il ministero fornisce una serie di consigli, in primis quello di evitare l'esposizione diretta al sole nelle ore più calde (dalle 11 alle 18). Si suggerisce poi di evitare le zone trafficate per il rischio ozono, di non svolgere attività fisica intensa all'aperto e di utilizzare correttamente il condizionatore.

L'alimentazione, poi, sempre secondo le indicazioni del ministero della Salute, deve essere leggera ed è necessario bere molti liquidi (moderando bevande gassate o zuccherate, tè e caffè). Attenzione, inoltre, alle eventuali terapie farmacologiche che potrebbero dover essere modificate. 

 

EMBED [CALDO, I CONSIGLI DELL'ATS]

]]>
<![CDATA[«Manlio Milani senatore a vita». La proposta parte dal web]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/manlio-milani-senatore-a-vita-la-proposta-parte-dal-web-1.3184569 1.3184569 Fri, 23 Jun 2017 15:23:56 +0000 «Credo che da Brescia, da tutta Brescia, dovrebbe partire una richiesta corale e motivata al Presidente Mattarella per nominare Manlio Milani senatore a vita».

La richiesta è di Roberto Cammarata, presidente della fondazione Asm, esponente bresciano del Partito democratico e docente universitario, che attraverso un post di Facebook ha lanciato la proposta. Manlio Milani è il presidente dell'associazione familiari vittime della Strage di Piazza della Loggia. Del 20 giugno la storica sentenza della Cassazione che confema l'ergastolo a Maggi e Tramonte

 

 

EMBED [e3de8b69-cfce-4986-9cb1-ff53bfca43cd.jpg]

Il 28 maggio 1974 perse la moglie Livia Bottardi, una delle otto vittime dello scoppio del bomba a Brescia. «Milani merita di diventare senatore a vita per tutto quello che ha fatto per tenere viva la memoria, per la ricerca instancabile della verità e l'ottenimento della giustizia, per gli innumerevoli incontri con i bambini e i ragazzi delle scuole, per i percorsi di incontro e dialogo tra vittime e ex-terroristi di cui si è reso promotore in una logica di riconciliazione» ha spiegato Cammarata.

«Proporrò al Consiglio di Fondazione ASM di farci promotori di questa iniziativa. Perché fare giustizia non può, e non deve, risolversi solamente nell'applicazione di una pena».

]]>
<![CDATA[Cambiare vita a 40 anni aprendo «Tamandi&Takagi»]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/cambiare-vita-a-40-anni-aprendo-tamandi-takagi-1.3184554 1.3184554 Fri, 23 Jun 2017 13:43:52 +0000 Fabio aveva un lavoro stabile come impiegato, vent’anni di contratto a tempo indeterminato nella stessa azienda. Ma la sua passione è sempre stata la cucina. Enrica, laureata in Filosofia, ha sempre lavorato come precaria, volutamente, proprio per essere svincolata e godere di più libertà. Infine Stefano, ingegnere, ha aperto le porte del suo studio lasciando un ampio spazio ad eventuali collaboratori o professionisti che necessitano di un appoggio.

Tre amici che insieme hanno deciso di unire le forze per dare vita al loro sogno: aprire un locale - con bar e cucina - in cui riuscire a condividere idee, energia e passione. Una sfida che hanno deciso di affrontare, tutti quarantenni, con storie diverse alle spalle ma con la stessa idea di fondo: realizzare uno spazio in cui le persone si possono sentire a casa propria, tra mobili dei nonni risistemati per finire nel locale, dove a tanti piccoli tavoli separati hanno preferito utilizzare ampi tavoli in cui le persone possono fermarsi a leggere il giornale gustandosi una fetta di torta fatta in casa.

«Abbiamo creato il progetto Takagi dal nome della mia eroina, protagonista di un libro di Ruth Ozeki, "Carne", che lessi da ragazza - spiega Enrica Delbarba -. Questo è un concept in cui si fondono tre temi: energia, ambienti e visioni, cui aggiungiamo anche l’idea delle tre erre, ovvero del riciclo, del recupero e del riuso. Non a caso io e il barista restauriamo i mobili che utilizziamo qui nel locale e che vendiamo».

In via Solferino 46 ad indicare l’esistenza del locale «Tamandi e Takagi» è una striscia azzurra che taglia il grigio del marciapiede e della strada, con due piantine di elleboro all’ingresso. «Uno spazio tutto per sè» e al tempo stesso di condivisione, in cui nello studio dell’ingegnere Stefano Tamandi si possono trovare servizi come il wifi, la stampante e soprattutto le basi d’appoggio per i professionisti che ne avessero bisogno.

«Lo studio di fatto si occupa di progetti immobiliari - spiega Stefano Tamandi - dal punto di vista architettonico ed impiantistico, facendo attenzione soprattutto alle piccole ristrutturazioni. Anche solo di una stanza, volendo». «È uno spazio di co-working utilizzabile con una tariffa oraria, vicino al tribunale e altri uffici pubblici, con colazione o merenda incluse. Mentre a pranzo (l’orario è 7-18 dal lunedì al venerdì) si possono gustare i piatti preparati da Fabio Ronga, che ha trasformato la sua passione in professione.

]]>
<![CDATA[Da domani sul GdB le «Pagelle d'oro»: si inizia dal Calini]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/da-domani-sul-gdb-le-pagelle-d-oro-si-inizia-dal-calini-1.3184544 1.3184544 Fri, 23 Jun 2017 13:13:34 +0000 Ricomincia sulle pagine del GdB in edicola, scaricabile anche in formato digitale, l'appuntamento annuale con le «Pagelle d’oro». Protagonisti i ragazzi più brillanti delle scuole superiori di città e provincia, che hanno ottenuto i voti più alti.

Si inizia con il liceo scientifico Calini in città e nei prossimi giorni si prosegue con tutti gli altri istituti.

 

 

]]>
<![CDATA[Fa troppo caldo: bruciano le balle nel campo di villa Fenaroli]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/fa-troppo-caldo-bruciano-le-balle-nel-campo-di-villa-fenaroli-1.3184545 1.3184545 Fri, 23 Jun 2017 13:02:06 +0000 Balle di fieno in fiamme nel campo di villa Fenaroli a Rezzato. Quasi certamente un’autocombustione dovuta al gran caldo, o forse ad un scintilla sprigionata da qualche ingranaggio della grossa macchina per raccogliere il fieno e compattarlo in balle, a provocare l’incendio che si è sviluppato intorno alle 13.

 

 

 

EMBED [L'incendio nel campo di Villa Fenaroli]

In brevissimo tempo le fiamme si sono propagate a tutto il campo, sino a lambire i muri di recinzione delle case confinanti. Provvidenziale il primo intervento dei vicini con estintori e canne per l’irrigazione, e l’arrivo pochi minuti dopo di una squadra dei vigili del fuoco di Brescia, a cui è servita più di un’ora per domare le fiamme.     

]]>
<![CDATA[Il figlio viene bocciato, la mamma gli scrive una lettera]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/il-figlio-viene-bocciato-la-mamma-gli-scrive-una-lettera-1.3184477 1.3184477 Fri, 23 Jun 2017 09:35:17 +0000 Figlio mio, stamattina mi ha chiamato la scuola per dirmi che non ce l’hai fatta. Dovrai ripetere l’anno. Il tuo professore era afflitto, mai quanto me che ho dovuto sentire le sue parole. Volevo dirgli che hai combattuto fino all’ultima ora dell’ultimo giorno, poi ho pensato che a cose fatte era una precisazione inutile. Io lo so e me lo ricorderò. Ho passato mezz’ora fissando il vuoto pensando a come dirtelo. Tu hai lottato fino all’ultimo.

Hai persino preso otto nella verifica di storia il penultimo giorno di scuola. Ma non è bastato, perché sei stato un disastro in matematica, fisica e persino in italiano, per via di quattro impreparati in batteria. E poi latino così così, scienze non recuperato il primo quadrimestre. Perché adesso conta anche quello, accidenti.

Sono entrata nella tua stanza, te l’ho detto e tu non ci credevi. Hai pensato a uno scherzo. Ovvio che non lo era. Ho visto la tua espressione che da attonita è diventata sconfitta. Hai perso la tua battaglia perché hai creduto di poter fare ciò che non è sempre scontato: ottenere risultati impegnandosi solo all’ultimo momento, inventando un miracolo. Si può e a volte riesce, ma anche per fare i miracoli servono basi di credibilità. Adesso lo sai.

Alla tua generazione è chiesta l’eccellenza. Voi dovete essere perfetti, perché siete pochi e crescete nell’idea che credere in se stessi in modo acritico funzioni sempre. E che essere incredibili sia la risposta.
Da oggi sai che non è così. Essere persone straordinarie è uno status che si acquisisce con le vittorie, ma soprattutto con le sconfitte. Hai sottovalutato le implicazioni, hai creduto di poterti permettere di non fare il tuo dovere e alla fine hai sperato che il poco che hai fatto andasse bene a tutti. No, ciò che hai fatto come vedi non è bastato.

Eri convinto, ma il colpo di genio non sempre paga. Il colpo di genio l’hai avuto in qualche materia che non ti costava troppa fatica, mentre le altre le hai date per perse. Il colpo di genio usato così funziona una volta: si ripete soltanto quando hai speso un gran tempo nell’esercizio. Quando hai abbastanza scritto, suonato, cantato, letto, contato fino a rovinarti occhi, dita, gola. Quando hai imparato tutto quello che serve, anche se non ti sembra possa risultare minimamente utile al tuo scopo. Sai perché? Perché non hai ancora trovato il tuo scopo.
Ti sei trovato a maggio a dover recuperare ciò che ritenevi di poter fare in un attimo e che in un attimo fare non si può. Ti sei illuso che tutto potesse essere fatto senza sforzo o con moderata fatica. 
Oggi hai scoperto che non funziona così. Che puoi raccontarti di essere bravo (e lo sei), ma per essere davvero bravi bisogna avere l’umiltà di aprire i libri e studiare cose noiosissime ogni giorno. Le dimenticherai dopo, non prima: questo è il segreto. Quello che ti resterà sarà parte di te, diventerà ciò che sarai. E quando le saprai tutte, le cose che chiede la scuola, ancora non basterà. Ma questo lo sai già, perché tu sei la nuova generazione. Lo sa bene anche la vecchia, se ciò ti può in qualche modo consolare.

Alighieri Dante, il tizio che non hai studiato, ha dovuto subire umiliazioni peggiori delle tue. Cacciato da casa e dal suo paese, ha supplicato ospitalità, è morto da solo e nessuno si è ricordato di lui per almeno trecento anni. Oggi è lo scrittore di maggior successo al mondo. Questa è una sua celebre terzina.
«Tu proverai sì come sa di sale
lo pane altrui, e come è duro calle
lo scendere e ’l salir per l’altrui scale.» 

È giunto il tempo che tu impari ad affrontare quelle scale. Queste scale sono le tue. Raccogli l’anima da terra e sali quei gradini, uno per uno. Fagliela vedere.
Non ti ho mai amato così tanto come oggi che ti vedo perdere.

 

]]>
<![CDATA[Acqua, dove sei? Siccità a livelli allarmanti]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/acqua-dove-sei-siccit%C3%A0-a-livelli-allarmanti-1.3184432 1.3184432 Fri, 23 Jun 2017 08:23:32 +0000 Manca l'acqua in tutta Italia e cresce l'allarme siccità che sta mettendo a dura prova tutta la Penisola. Sono giorni difficili anche per il bresciano. L'agricoltura è a rischio, con i campi della Bassa stretti dalla morsa del caldo. Il presidente di Confagricoltura Francesco Martinoni lancia l'allarme: «L'acqua a disposizione è già poca ed entro il 15 luglio il bacino del lago d'Idro potrebbe esaurirsi con conseguenze su tutta la pianura bresciana e mantovana». 

Situazione critica anche per il lago di Garda, che nell'ultimo mese ha perso 36 centimetri, pari a 126 milioni di metri cubi di acqua. Solo nell'ultima settimana c'è stato un calo di sette centimetri e mezzo, ovvero 25,5 milioni di metri cubi d'acqua. 

Va meglio nel Sebino, dove il livello dell'acqua nel lago d'Iseo si è abbassato, ma non in modo esagerato (quasi 16 milioni di metri cubi, circa 15 centimetri in meno rispetto alla media del periodo). 

Come fa notare il direttore del Consorzio dell'Oglio Massimo Buizza, «non è il momento attuale a creare preoccupazioni, quanto la prospettiva di luglio e agosto. Il lago è ancora alto, ma le temperature della campagna sono molto elevate e le colture dei campi hanno sete».

A livello nazionale, il Consiglio dei ministri ha deliberato lo stato di emergenza nelle province di Parma e Piacenza, stanziando 8 miliardi e 650 milioni. La situazione è particolarmente grave. «Tra Parma e Piacenza - precisa Coldiretti - si coltiva un quarto del pomodoro da conserva Made in Italy». 

Ma a soffrire è l'intero bacino idrografico del Po, da cui dipende il 35% delle produzione agricola nazionale. Sono sotto assedio le coltivazioni di granoturco e foraggio per il nutrimento dei bovini, che producono latte per i principali formaggi Dop italiani (come il Parmigiano Reggiano), e di 1,5 milioni di maiali che forniscono i prosciutti di Parma e Modena. 

In Italia centrale la situazione più delicata riguarda Roma e i comuni limitrofi, in particolare per via della siccità del lago di Bracciano. Il sindaco Virginia Raggi ha emesso un'ordinanza che stabilisce di limitare l'uso dell'acqua, oltre a quella potabile, solo per annaffiare orti e giardini, riempire piscine, lavare le auto.

 


 
In Lombardia, infine, il caldo ha provocato un taglio fino al 20% della produzione di latte. L'ondata di caldo raggiungerà l'apice domani con temperature fino ai 37-38 gradi. Da domenica infiltrazioni di aria fresca miglioreranno le condizioni del Nord, dove sono previste per la settimana prossima temperature altalenanti.

]]>
<![CDATA[Semina il caos in carcere, si ferisce e ingerisce le lamette]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/semina-il-caos-in-carcere-si-ferisce-e-ingerisce-le-lamette-1.3184417 1.3184417 Fri, 23 Jun 2017 06:08:17 +0000 Nel tardo pomeriggio di ieri un trentenne detenuto nel carcere bresciano di Canton Mombello è andato in escandescenza perché gli era stato vietato di telefonare al proprio avvocato. 

L'uomo si è scagliato contro i poliziotti penitenziari di turno con lamette, cocci di vetro e polvere d'estintore. Ha distrutto i monitor dell'ufficio di sorveglianza e si è autolesionato con lamette procurandosi dei tagli oltre ad aver ingerito le stesse lamette. 

Il personale in servizio ha poi fermato il detenuto. «La Cgil - si legge in una nota - esprime la più grande preoccupazione per le pessime precarie condizioni lavorative del personale di polizia penitenziaria del carcere Canton Mombello».

 

 

]]>
<![CDATA[Raccolta differenziata, 5 nuovi ispettori ambientali]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/raccolta-differenziata-5-nuovi-ispettori-ambientali-1.3184354 1.3184354 Fri, 23 Jun 2017 05:12:16 +0000 Hanno preso servizio ufficialmente ieri, e dal 20 settembre saranno attivi anche nel centro storico, la «zona rossa» del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti in città. 

Sono i 5 ispettori ambientali neo-assunti da Aprica col compito di guidare, monitorare, informare e aiutare i cittadini al rispetto delle nuove regole in materia di raccolta differenziata e contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.

La nomina dei 5 giovani ispettori segue quella dei loro 12 colleghi avvenuta tra fine 2016 e inizio 2017.

]]>
<![CDATA[La cameraria è vorace: aghi e siringhe per curare 1700 tigli]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/la-cameraria-%C3%A8-vorace-aghi-e-siringhe-per-curare-1700-tigli-1.3184362 1.3184362 Fri, 23 Jun 2017 05:09:47 +0000 Dopo i mille ippocastani della città trattati nel mese di maggio, ora è la volta dei tigli. Se vi capita in questi giorni di vedere operatori al lavoro con macchinari tipo ghostbusters infilare aghi nelle cortecce degli alberi, non vi allarmate.

Si tratta di floricoltori che stanno lavorando per il bene delle piante con un nuovo brevetto che prevede l’iniezione diretta del fitofarmaco nell’albero: si chiama endoterapia ed è un nuovo metodo che aiuta la pianta a combattere un parassita.

Da anni gli ippocastani della città sono infestati dalla cameraria, che si nutre delle foglie dell’albero dall’interno causandone il disseccamento.

Con questo metodo un mese fa sono stati curati 950 alberi. Stesso trattamento stanno ricevendo in questi giorni 1700 tigli cittadini, infestati dal ragnetto giallo.

Entro due giorni il trattamento dovrebbe fare effetto e al povero ragnetto giallo non resterà altro da fare che trovare qualcos’altro di cui nutrirsi.

 

 

 

]]>
<![CDATA[Pagare le tasse? Mai e poi mai. Scoperti 37 evasori totali ]]> http://www.giornaledibrescia.it/economia/pagare-le-tasse-mai-e-poi-mai-scoperti-37-evasori-totali-1.3184290 1.3184290 Fri, 23 Jun 2017 05:08:10 +0000 Nei primi cinque mesi del 2017 la Guardia di Finanza di Brescia ha scoperto 37 evasori totali, soggetti che pur avendo svolto attività produttive per un imponibile pari a circa 96 milioni di euro, sono risultati completamente sconosciuti al Fisco.

Lo ha reso noto il Comando provinciale di Brescia della Guardia di Finanza in occasione del 243esimo anniversario della Fondazione delle Fiamme gialle.

Complessivamente contro l'evasione da gennaio ad oggi sono state 37 le indagini concluse con 195 persone denunciate e tra queste sei finite in carcere. Sequestrati beni per quasi 16 milioni di euro e sono state avanzate proposte di sequestro per ulteriori 208 milioni di euro. In tema di contrasto alla criminalità organizzata, le Fiamme gialle di Brescia hanno sequestrato 95 beni mobili ed immobili ai sensi della normativa antimafia per un valore superiore ai 600mila euro.   

 

 

]]>
<![CDATA[Strage, incognita sui tempi di estradizione di Tramonte]]> http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/strage-incognita-sui-tempi-di-estradizione-di-tramonte-1.3184359 1.3184359 Thu, 22 Jun 2017 17:36:49 +0000 L’estradizione di Maurizio Tramonte dovrebbe avvenire dopo un’udienza di convalida che si terrà a Lisbona, dove l’ex informatore dei servizi segreti è detenuto in seguito all’arresto avvenuto a Fatima 12 ore dopo la condanna all’ergastolo per la strage di Piazza Loggia.

Le autorità portoghesi hanno già richiesto la traduzione degli atti del procedimento, tra cui il mandato d'arresto europeo,  al ministero della Giustizia proprio in vista dell'udienza di convalida a cui dovrebbe seguire la consegna all’Italia. I tempi di estradizione restano un'incognita.

 

EMBED [Senza titolo111.jpg]

La figlia Claudia, 28 anni, che in un’intervista in esclusiva al Giornale di Brescia ha detto: «Papà non voleva scappare perché non lo ha fatto in 43 anni. Ha un’agenzia immobiliare in città, vive in centro e non si è a mai nascosto» oggi sul suo profilo whatsapp ha scritto un lungo pensiero per il genitore che si conclude così: «Vorrei gridare al mondo intero che tu non scappi e che combatti fino alla fine. Papà non mollare».

]]>